Granieri: “Impariamo a vivere l’accelerazione” @plurale.net

Due settimane fa mi è capitato di leggere questa intervista di Edoardo Poeta su plurale.net a Giuseppe Granieri ed ho pensato che avrei dovuto riportarla qui, perché è illuminante e mi ci ritrovo assai.

Saper leggere i segnali deboli

Sei un praticante del “predictive thinking”. Chi del domani ha fatto una professione – come David Pescovitz, direttore di ricerca all’Institute for the Future – è arrivato ad affermare che parlare del futuro «ha a che fare più con la provocazione che con la predizione». Provocare non significa solo “sfida”, o invito a riflettere, ma è pure “causare” dei cambiamenti. Riflettere sul futuro è dunque anche indirizzarne o, quanto meno, condizionarne lo sviluppo? Oppure è solo cercare di scorgerlo?

«Io non credo sia una questione di predizione, né di provocazione. I fatti sono semplici. Il presente oggi è molto veloce e se vuoi lavorare – o continuare a lavorare – devi tenere conto del fatto che le decisioni che prende oggi una qualsiasi organizzazione (dall’industria culturale alla manifattura) hanno bisogno di tempo per essere applicate. E in questo tempo lo scenario può essere cambiato.
Il “pensiero predittivo”, come lo intendo io, è semplicemente tener conto di questa realtà. E non ha nulla di mistico o di visionario. È semplice prassi: imparare a leggere i segnali deboli, abituarsi a capire che gli scenari semplici, sui problemi complessi, sono sempre sbagliati. Eccetera.
Mestiere, insomma. Non genio o fantasia. Solo mestiere».

PROSEGUI A LEGGERE QUI

[sociallinkz]

Su di me

Erica Vagliengo

Scrittrice/giornalista/speaker in radio, autrice del romanzo "Voglio scrivere per Vanity Fair" (come Emma Travet) e del Best seller su Amazon "Separati con stile". Ho creato, anni fa, il progetto emmat, originale esempio di PERSONAL BRANDING, per promuovere il libro e il mio alter ego, on line e off line. Sono Deputy Editor di PUNKT. Ho lanciato il rossetto "rosso che spacca" per le INCASINATE SI MA CON STILE, insieme al video format omonimo (su Youtube).
Mi trovate su www.radioformusic.it, ogni martedì, dalle 16.00 alle 17.00, con Emma Travet e la mia amica Dana Carolina Bertone.
Curiosità: parlo tanto, dormo poco, scrivo ovunque. Combatto le nevrosi quotidiane con ironia, Internet, caffè e chantilly.

© 2019 Erica Vagliengo · Scrittrice, giornalista, copywriter, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign: Simone Montanari • SEO: La scribacchinaPrivacy PolicyCookie Policy

Pin It on Pinterest