Le stanze del futuro @ progetto Maionese edizione 2013

Ho scritto il testo qui sotto per Alfabeto Morso-Progetto Maionese 2013– a cura di Elena Privitera e Marco Filippa dell’associazione En Plein Air (www.epa.it

2013-08-22 erica vagliengo “Se immaginassi per un momento di vestire i panni del futuro, vorrei essere Wonder Woman (con un costume meno succinto e disegnato da un’artista donna), per concedermi il lusso del tempo non cronometrato, avendo sbrigato tutte le faccende giornaliere in un battibaleno, grazie ai miei super poteri.

Non penserei solo a me, ma anche agli altri: darei vita alle stanze del futuro che innaffierei di lavanda e aroma al caffè, porgendo agli ospiti vassoi di chantilly e limonata. In queste stanze dal tempo dilatato, ognuno potrà ricaricarsi e focalizzarsi sul suo futuro, intercettare le energie positive che girano nel mondo per lenire quel senso lacerante e sempre più frequente di inquietudini e incertezza legate al presente. Le stanze sarebbero piene di colori (veicoli di emozioni e vibrazioni subliminali, vitalità esclusiva, narrazione), di musica, arte, libri e belle maniere.

Qui sono banditi: egoismo, cattiverie, gelosie, violenza, nevrosi, cinismo, non meritocrazia, chiusura verso l’altro, individualismo, maleducazione, dipendenze… ci sarà lo spazio per sognar e perché Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”, come disse Eleonor Roosevelt.  Io ci credo, di solito mi costruisco il futuro a occhi aperti, immaginando di voler arrivare a un obiettivo preciso. Non ho idea  della strada che percorrerò, ma  sono certa che arriverò proprio lì, dove avevo pensato. Nelle stanze del futuro viene insegnato a riappropriarsi del presente, per essere meno schiavi del futuro stesso, io vado a fare un giro… voi venite con me?”

Erica Vagliengo (web journalist/blogger)

[sociallinkz]

 

www.ericavagliengo.com

Su di me

Erica Vagliengo

Giornalista/web writer, autrice del romanzo Voglio scrivere per Vanity Fair (come Emma Travet) e del progetto emmat, innovativo esempio di personal branding. Parlo tanto, dormo poco, scrivo ovunque. Combatto le nevrosi quotidiane con ironia, Internet, caffè e chantilly. Ho un negozietto su Depop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Erica Vagliengo · Copywriter e giornalista, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign & SEO: La scribacchina e Simone Montanari. Le fotografie di Erica sono di Angela GrossiPrivacy policy

Pin It on Pinterest