Eataly e Caffè Vergnano @ Mole Antonelliana

Eataly é entrata, con Caffé Vergnano, per la prima volta in un museo, e quale ha scelto?

Il museo del cinema, all’interno della Mole Antonelliana… non avrebbe potuto essere altrimenti!

Inaugurazione con il botto: Farinetti super star (sempre con il maglioncino blu, ma, questa volta, ha stupito i presenti con una giacca sopra), madame cotonate della Torino bene, giornalisti, giovani di bella presenza e monsù di immemori tempi sabaudi, tutti pronti per il pranzo sublime da ricordare (insalata russa, capricciosa, agnolotti del plin con borragine, fassone crudo con foglia di insalata e grana, vesuvi al pesto e pomodorini, golosotto alla panna per chiudere e caffé Vergnano, of course).

Una menzione speciale per l’Elektra da sogno al bancone. Da portarsi a casa, come ricordo, la bag per ospiti e stampa, contenente: 2 biglietti omaggio per il museo del cinema, un blocknotes 13/16, la matita con pomodorino di Torino Eataly, il famoso kusmi tea, una latta di caffé Vergnano, una chiavetta usb (gadget in gran voga, ultimamente).

Godetevi la photogallery dove ci siamo io e Pina (la mia amica personal shopper), le madame sabaude, e Davide, uno dei ragazzi del team Caffè Vergnano, tutti belli, simpatici, pazienti e preparati.

ph Erica Vagliengo

Last but non least (notare come sono international): l’apertura della caffetteria coincide con l’inizio di due importanti collaborazioni: la prima con Kusmi Tea e la seconda con l’Associazione Gruppo Abele O.N.L.U.S (Caffè Vergnano devolverà 5 centesimi all’Associazione di don Ciotti, per ogni espresso venduto per finanziare il progetto Communauté Abel di Gran Bassan in Costa d’Avorio).

p.s. Volete andare a prendervi un caffè ma non avete tempo di visitare il Museo del Cinema? Peccato, perchè è un posto magico, unico al mondo e varrebbe la pena farci un salto almeno una volta all’anno. Ad ogni modo, potete andare in caffetteria, ugualmente, da lunedì a domenica, dalle 8.00 alle 22.00 (non chiude mai!).

 

Su di me

Erica Vagliengo

Scrittrice/giornalista/copywriter, INCASINATA SI' MA CON STILE, autrice del romanzo Voglio scrivere per Vanity Fair (come Emma Travet) e del progetto emmat, innovativo esempio di personal branding. Parlo tanto, dormo poco, scrivo ovunque. Combatto le nevrosi quotidiane con ironia, Internet, caffè e chantilly. Ho un negozietto su Depop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Erica Vagliengo · Copywriter e giornalista, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign & SEO: La scribacchina e Simone Montanari. Le fotografie di Erica sono di Angela GrossiPrivacy policy

Pin It on Pinterest