Colomba di Rita @ ToMagazine

Capita che, a volte, mi prendano per fashion blogger ma mai nessuno aveva osato tanto, ovvero, farmi fare la food blogger (vero, Carlo Vischi?)
Eppure, eccomi qui, su Torino magazine, con la ricetta di Rita Falco, creativa mamma di Massimo Milanese.

Per la cronaca: la colomba era buonissima e noi ce la siamo mangiata (quasi) tutta, un sabato mattina, accompagnandola con un caffè macchiato. Si consiglia di attendere che scendano le temperature per replicare la ricetta.

Ricetta:
Colomba primaverile di Rita

(ripiena di crema al mascarpone, fragole, mirtilli e bacche di goji)

Ingredienti:

–          1 colomba classica (da mezzo chilo)

–          250 gr di mascarpone

–          200 gr di panna montata

–          150 gr di zucchero

–          150 gr di fragole

–          2 tuorli d’uovo

–          succo di pesca o “bagna” per coldi

–          1 bicchierino di apricot-brandy

–          1 sacchetto di mirtilli rossi essicati

–          3 manciate di bacche di goji

Preparazione:

Avrete sicuramente avanzato almeno una colomba di Pasqua. Perché non la personalizzate per un pic nic o una merenda-sinoira nei prati primaverili? Io l’ho fatto, seguendo la ricetta della mia amica Rita:

tagliate la colomba nella parte alta, lasciando su un piatto la calotta. Scavate nella parte centrale e conservate  i rimasugli. Montate le uova con lo zucchero, aggiungete il mascarpone, con movimenti dal basso verso l’alto. Lavate le fragole, sgocciolatele e asciugatele bene. Poi tagliatele a pezzetti, irroratele di zucchero, lasciandole scolare nel liquido. Tenete qualche fragola intera per la decorazione. Bagnate bene l’interno della colomba e la calotta con il succo di pesca, mischiato al brandy. Unite i rimasugli messi da parte alla crema e riempite l’interno. Aggiungete le fragole, una parte di mirtilli e le bacche di goji. Polverizzate con lo zucchero a velo e decorate il top a piacere con la panna montata e zuccherata, le fragole, le bacche di goji e i mirtilli essiccati.

 

Consiglio per i lettori: questo dolce è severamente vietato a chi è a dieta. Ma se volesse fare uno strappo alla regola… non immagini nemmeno le calorie a fetta!

Si ringrazia per la collaborazione Rita Falco

 

Su di me

Erica Vagliengo

Scrittrice/giornalista/copywriter, INCASINATA SI' MA CON STILE, autrice del romanzo Voglio scrivere per Vanity Fair (come Emma Travet) e del progetto emmat, innovativo esempio di personal branding. Parlo tanto, dormo poco, scrivo ovunque. Combatto le nevrosi quotidiane con ironia, Internet, caffè e chantilly. Ho un negozietto su Depop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Erica Vagliengo · Copywriter e giornalista, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign & SEO: La scribacchina e Simone Montanari. Le fotografie di Erica sono di Angela GrossiPrivacy policy

Pin It on Pinterest