Dicono di me

Erica Vagliengo

Vuoi saperne di più su di me?

Mettiti davanti a una bella tazza di caffè e leggi cosa dicono di me qui sotto, oppure…

Leggi i fatti miei »

Alessandra Comazzi

Emma Travet, che è uno pseudonimo nonché una dichiarazione d'intenti, è un progetto complesso. Un esempio di creatività «glocal» ai tempi di internet e della generazione mille euro. Emma, che si chiama Erica Vagliengo, torinese, caparbio segno del Capricorno, incarna perfettamente il prototipo del lavoratore d'inizio Duemila, precario per scelta di libertà, non solo per contingenza.

Alessandra Comazzi · La Stampa

2015-04-26T10:38:55+00:00

Alessandra Comazzi · La Stampa

Emma Travet, che è uno pseudonimo nonché una dichiarazione d'intenti, è un progetto complesso. Un esempio di creatività «glocal» ai tempi di internet e della generazione mille euro. Emma, che si chiama Erica Vagliengo, torinese, caparbio segno del Capricorno, incarna perfettamente il prototipo del lavoratore d'inizio Duemila, precario per scelta di libertà, non solo per contingenza.

La Stampa

[...] Ma il vero clou della due giorni è la sessione dedicata alle imprese creative. Tra i campioni, Erica Vagliengo (in arte Emma Travet). Una scrittrice e imprenditrice di Pinerolo. Ha prodotto un romanzo Voglio scrivere per Vanity Fair, e lanciato su internet il progetto Emmat: innovativo esempio di self marketing legato al romanzo, che ha come protagonista il suo alter ego [...]

La Stampa

2015-04-26T10:41:58+00:00

La Stampa

La

Francesca Masoero

Emma Travet è una giornalista di 26 anni ed è l’autrice e protagonista di un libro molto divertente: Voglio scrivere per Vanity Fair. EmmaT - così si fa chiamare - è una precaria sì, ma con stile (questo il suo mantra) e prodiga di ottimi consigli. Non solo nel libro: il suo blog e il suo myspace sono cliccatissimi e la sua pagina facebook è un brulichio di commenti in tutte le lingue. La cosa buffa è che in realtà, però, Emma Travet non esiste. O meglio, esiste la sua autrice, Erica Vagliengo, una piccola streghetta del marketing, oltre ad essere una brava giornalista free lance.

Francesca Masoero · Oggi7 (allegato di Americaoggi)

2015-04-26T10:43:00+00:00

Francesca Masoero · Oggi7 (allegato di Americaoggi)

Emma Travet è una giornalista di 26 anni ed è l’autrice e protagonista di un libro molto divertente: Voglio scrivere per Vanity Fair. EmmaT - così si fa chiamare - è una precaria sì, ma con stile (questo il suo mantra) e prodiga di ottimi consigli. Non solo nel libro: il suo blog e il suo myspace sono cliccatissimi e la sua pagina facebook è un brulichio di commenti in tutte le lingue. La cosa buffa è che in realtà, però, Emma Travet non esiste. O meglio, esiste la sua autrice, Erica Vagliengo, una piccola streghetta del marketing, oltre ad essere una brava giornalista free lance.

Carlotta Vissani

"Erica Vagliengo, è questo il nome che si cela dietro la storia di Emma, è una forza della natura. Lo è perché ha penato e faticato per trovare un editore che desse spazio al suo romanzo e nonostante alcuni rifiuti non ha mai gettato la spugna (…) Con uno stile fresco e ironico e una scrittura che si fa testimonianza autobiografica priva di autocommiserazione ha intessuto un romanzo che, non solo non strizza l’occhio – come si potrebbe pensare – alla narrativa chick-lit in Kinsella style, ma riesce a imporsi come il racconto di un’esperienza comune a moltissime brillanti menti femminili".

Carlotta Vissani · www.mangialibri.com

2015-04-26T10:45:51+00:00

Carlotta Vissani · www.mangialibri.com

"Erica Vagliengo, è questo il nome che si cela dietro la storia di Emma, è una forza della natura. Lo è perché ha penato e faticato per trovare un editore che desse spazio al suo romanzo e nonostante alcuni rifiuti non ha mai gettato la spugna (…) Con uno stile fresco e ironico e una scrittura che si fa testimonianza autobiografica priva di autocommiserazione ha intessuto un romanzo che, non solo non strizza l’occhio – come si potrebbe pensare – alla narrativa chick-lit in Kinsella style, ma riesce a imporsi come il racconto di un’esperienza comune a moltissime brillanti menti femminili".

Stefano Spadoni

Erica, che conosco da tempo, è una che ha veramente preso di petto il motto americano“Try, try, try again”. Se leggete sul suo blog di come è arrivata a pubblicare il suo libro capite cosa dico. E’ riuscita persino a sbarcare in America con il libro in versione inglese. Non mi stupirei se un giorno mi chiamasse davvero da Vanity Fair e mi dicesse che sta scrivendo un nuovo libro: “Voglio lavorare per il Presidente degli Stati Uniti”.

No, non come interna, ma come Segretario di Stato, al posto di Hillary Clinton!

Complimenti per il libro che esprime l’inquietudine e la voglia di scappare di tanti ragazzi e ragazze italiani.

Stefano Spadoni · Giornalista di New York

2015-04-26T10:47:26+00:00

Stefano Spadoni · Giornalista di New York

Erica, che conosco da tempo, è una che ha veramente preso di petto il motto americano“Try, try, try again”. Se leggete sul suo blog di come è arrivata a pubblicare il suo libro capite cosa dico. E’ riuscita persino a sbarcare in America con il libro in versione inglese. Non mi stupirei se un giorno mi chiamasse davvero da Vanity Fair e mi dicesse che sta scrivendo un nuovo libro: “Voglio lavorare per il Presidente degli Stati Uniti”. No, non come interna, ma come Segretario di Stato, al posto di Hillary Clinton! Complimenti per il libro che esprime l’inquietudine e la voglia di scappare di tanti ragazzi e ragazze italiani.

Gioia Gottini

Erica sono almeno 3 o 4 persone in realtà: quella che scrive libri con il suo nome o come Emma Travet; quella che vende deliziosi oggetti di modernariato su Depop, quella che trovi sempre al bar a sospirare su uno chantilly e quella che fa la giornalista su tutte le riviste con cui vorrei collaborare io. Nel frattempo mentre scrivevo queste righe penso se ne siano aggiunte altre. Ok, sono un sacco di Eriche diverse, però sono tutte brillanti, creative, sfacciate e indomabili.

Gioia Gottini · Coltivatrice di successi

2015-04-26T10:56:57+00:00

Gioia Gottini · Coltivatrice di successi

Erica sono almeno 3 o 4 persone in realtà: quella che scrive libri con il suo nome o come Emma Travet; quella che vende deliziosi oggetti di modernariato su Depop, quella che trovi sempre al bar a sospirare su uno chantilly e quella che fa la giornalista su tutte le riviste con cui vorrei collaborare io. Nel frattempo mentre scrivevo queste righe penso se ne siano aggiunte altre. Ok, sono un sacco di Eriche diverse, però sono tutte brillanti, creative, sfacciate e indomabili.

Antonio Mancinelli

Uno dei miei desideri (in)confessabili è andare, un giorno, a lezione da Erica Vagliengo. Qualcuno dovrà insegnarmi, prima o poi, a capire come si riescano a condensare tanti impegni in un solo giorno e tanti ruoli sociali (madre, moglie, giornalista, scrittrice, blogger, esperta di moda e sicuramente qualcun altro di cui io avrò perso memoria, ma lei sicuramente no) in una sola persona. Che ti immagini imponente, gigantesca, monumentale, per fare fronte a una simile mole di incombenze. E invece Erica sfida le più elementari e basilari norme della fisica sorridendo con un fisico smilzo e volatile, da Campanellino di Peter Pan e - come ogni buona torinese che si rispetti - bravissima a esercitare la nobile arte di quella che Baldassarre Castiglione denominava la "sprezzatura". Ovvero: far apparire facile, facilissima la coincidenza tra le sue multiple esistenze. Una buona lezione per noi maschi che non riusciamo a parlare al telefono mentre stiamo scrivendo perché - sì, è un luogo comune ma se è comune vorrà dire che è molto frequentato - agli uomini, me compreso, riesce bene una cosa alla volta. Ma io, un giorno, scoprirò in base alla mia totale avversione per le discriminazioni sessuali, qual è il suo segreto. E allora sfornerò dolci emettendo sentenze spiritose e definitive mentre guardo un film, ascolto un cd e monto un mobile Ikea. Sorridendo, ovviamente.

Antonio Mancinelli · Capo redattore attualità di Marieclaire Italia

2015-04-26T10:57:50+00:00

Antonio Mancinelli · Capo redattore attualità di Marieclaire Italia

Uno dei miei desideri (in)confessabili è andare, un giorno, a lezione da Erica Vagliengo. Qualcuno dovrà insegnarmi, prima o poi, a capire come si riescano a condensare tanti impegni in un solo giorno e tanti ruoli sociali (madre, moglie, giornalista, scrittrice, blogger, esperta di moda e sicuramente qualcun altro di cui io avrò perso memoria, ma lei sicuramente no) in una sola persona. Che ti immagini imponente, gigantesca, monumentale, per fare fronte a una simile mole di incombenze. E invece Erica sfida le più elementari e basilari norme della fisica sorridendo con un fisico smilzo e volatile, da Campanellino di Peter Pan e - come ogni buona torinese che si rispetti - bravissima a esercitare la nobile arte di quella che Baldassarre Castiglione denominava la "sprezzatura". Ovvero: far apparire facile, facilissima la coincidenza tra le sue multiple esistenze. Una buona lezione per noi maschi che non riusciamo a parlare al telefono mentre stiamo scrivendo perché - sì, è un luogo comune ma se è comune vorrà dire che è molto frequentato - agli uomini, me compreso, riesce bene una cosa alla volta. Ma io, un giorno, scoprirò in base alla mia totale avversione per le discriminazioni sessuali, qual è il suo segreto. E allora sfornerò dolci emettendo sentenze spiritose e definitive mentre guardo un film, ascolto un cd e monto un mobile Ikea. Sorridendo, ovviamente.

Giuseppina Sansone

Di Erica Vagliengo ce n'è una sola, tutte le altre sono pallide imitazioni.
Vintage Victim sul serio, brillante giornalista e scrittrice, blogger ed esperta di social media marketing.
Erica è dappertutto!  Dite un social e lei c'è. E' una donna al 100% virale e connessa. Erica è avanguardia pura.  Sopratutto è un'amica e una persona disponibile, sincera che non si prende mai troppo sul serio, come piace a me.Sempre pronta a buttarsi a capofitto nel prossimo progetto e a darti la dritta giusta. Come lei nessuno MAI!

Giuseppina Sansone · Personal shopper/fashion blogger

2015-04-26T11:03:27+00:00

Giuseppina Sansone · Personal shopper/fashion blogger

Di Erica Vagliengo ce n'è una sola, tutte le altre sono pallide imitazioni. Vintage Victim sul serio, brillante giornalista e scrittrice, blogger ed esperta di social media marketing. Erica è dappertutto!  Dite un social e lei c'è. E' una donna al 100% virale e connessa. Erica è avanguardia pura.  Sopratutto è un'amica e una persona disponibile, sincera che non si prende mai troppo sul serio, come piace a me.Sempre pronta a buttarsi a capofitto nel prossimo progetto e a darti la dritta giusta. Come lei nessuno MAI!

Alessandra Salimbene

Seguo Erica dalla prima stesura del suo romanzo, quando andava in giro per l’Italia a fotografare qualunque cosa con i suoi gadget e le sue spillette. È cresciuta, si è evoluta e non ha mai perso lo smalto della sua ironia ‘torinesemente’ sottile. Fashion addict ma non fashion blogger (per fortuna) condividiamo la passione per dolci, caffè e pasticcini. Erica rappresenta il sottobosco intellettual-chic dell’underground torinese, con un gusto e una sobrietà che solo in Piemonte si possono ritrovare.

Alessandra Salimbene · Personal Branding  & Digital Marketing Specialist

2015-04-26T11:04:28+00:00

Alessandra Salimbene · Personal Branding  & Digital Marketing Specialist

Seguo Erica dalla prima stesura del suo romanzo, quando andava in giro per l’Italia a fotografare qualunque cosa con i suoi gadget e le sue spillette. È cresciuta, si è evoluta e non ha mai perso lo smalto della sua ironia ‘torinesemente’ sottile. Fashion addict ma non fashion blogger (per fortuna) condividiamo la passione per dolci, caffè e pasticcini. Erica rappresenta il sottobosco intellettual-chic dell’underground torinese, con un gusto e una sobrietà che solo in Piemonte si possono ritrovare.

Francesca Angeleri

Erica Vagliengo è una vera amante della scrittura. Ama le parole, le lettere, ama il suono di esse che risuona nelle infinite ore notturne cui vi si dedica. È quel suono che le dona allegria, che rende la sua vita e il suo lavoro speciale. Meglio sarebbe se il ticchettio dei tasti potesse essere quello di una vecchia macchina da scrivere, per lei che è un'amante del vintage! Amo Erica perché la stimo, perché è divertente e simpatica e solida. E così il suo linguaggio. Sa giocare con i Social ma non scade, mai, in essi!

Francesca Angeleri · Giornalista per il Manifesto e columnist per La Stampa

2015-04-26T11:07:18+00:00

Francesca Angeleri · Giornalista per il Manifesto e columnist per La Stampa

Erica Vagliengo è una vera amante della scrittura. Ama le parole, le lettere, ama il suono di esse che risuona nelle infinite ore notturne cui vi si dedica. È quel suono che le dona allegria, che rende la sua vita e il suo lavoro speciale. Meglio sarebbe se il ticchettio dei tasti potesse essere quello di una vecchia macchina da scrivere, per lei che è un'amante del vintage! Amo Erica perché la stimo, perché è divertente e simpatica e solida. E così il suo linguaggio. Sa giocare con i Social ma non scade, mai, in essi!

Giovanna Nuvoletti

Erica Vagliengo è una giovane donna che sprizza scintille. L'ho incontrata la prima volta pochi anni fa, quando era Emma Travet e voleva scrivere su Vanity Fair. Era al suo primo romanzo: il vivacissimo ritratto di una ragazza di provincia, intelligente e intraprendente, che sogna il mondo della carta patinata, e, nel frattempo, si costruisce una intensa rete di contatti nel web. Ora Erica è cresciuta, maturata - ma è ancor più ricca di pepe e di idee, e esperta di internet. Scrive sempre meglio, è famosa su diversi social, ha più di un blog, e scopre curiosità e novità ovunque si trovi. Ha un occhio attento e preciso sulle cose della vita, che siano leggere o che siano profonde. Il mio segreto sogno è scrivere un libro con lei, unendo le nostre diverse ma, secondo me complementari, energie.

Giovanna Nuvoletti · Direttora de La Rivista Intelligente, fotografa, scrittrice

2015-04-26T11:08:22+00:00

Giovanna Nuvoletti · Direttora de La Rivista Intelligente, fotografa, scrittrice

Erica Vagliengo è una giovane donna che sprizza scintille. L'ho incontrata la prima volta pochi anni fa, quando era Emma Travet e voleva scrivere su Vanity Fair. Era al suo primo romanzo: il vivacissimo ritratto di una ragazza di provincia, intelligente e intraprendente, che sogna il mondo della carta patinata, e, nel frattempo, si costruisce una intensa rete di contatti nel web. Ora Erica è cresciuta, maturata - ma è ancor più ricca di pepe e di idee, e esperta di internet. Scrive sempre meglio, è famosa su diversi social, ha più di un blog, e scopre curiosità e novità ovunque si trovi. Ha un occhio attento e preciso sulle cose della vita, che siano leggere o che siano profonde. Il mio segreto sogno è scrivere un libro con lei, unendo le nostre diverse ma, secondo me complementari, energie.

Giuseppe Pierantozzi

Erica Vagliengo rappresenta l'archetipo della giornalista contemporanea:blogger attenta al mondo che cambia, cronista professionale e competente. Le sue qualitá ne fanno anche una scrittrice di talento e un consulente molto efficace in ambito di comunicazione.

Giuseppe Pierantozzi · Avvocato/ Compliance Officer at BSI Bank/The Tolfa bag

2015-04-28T11:00:18+00:00

Giuseppe Pierantozzi · Avvocato/ Compliance Officer at BSI Bank/The Tolfa bag

Erica Vagliengo rappresenta l'archetipo della giornalista contemporanea:blogger attenta al mondo che cambia, cronista professionale e competente. Le sue qualitá ne fanno anche una scrittrice di talento e un consulente molto efficace in ambito di comunicazione.

Erika Zacchello

Erica è un'attenta osservatrice della realtà che la circonda. Ha un'ottima capacità di comunicare e di presentare se stessa e il suo romanzo integrando perfettamente una promozione online ed offline. E' sicuramente un esempio da seguire per molti scrittori emergenti.

Erika Zacchello · Social media marketing & copywriting

2015-04-28T11:02:05+00:00

Erika Zacchello · Social media marketing & copywriting

Erica è un'attenta osservatrice della realtà che la circonda. Ha un'ottima capacità di comunicare e di presentare se stessa e il suo romanzo integrando perfettamente una promozione online ed offline. E' sicuramente un esempio da seguire per molti scrittori emergenti.

Rossella E. Frigerio

A talented, dedicated and passionate writer, Erica's never-say-die attitude is truly inspiring.

Rossella E. Frigerio · Co-founder and Legal Specialist at Sofia Capri

2015-04-28T11:03:25+00:00

Rossella E. Frigerio · Co-founder and Legal Specialist at Sofia Capri

A talented, dedicated and passionate writer, Erica's never-say-die attitude is truly inspiring.

Oscar Platone

Ho avuto la fortuna di conoscere Erica tramite un interesse comune, quello per il Web. Si tratta di una persona determinata, creativa e molto aperta verso le novità.

Oscar Platone · Realtor, Property Manager at Oakleaf Property Management, Inc.

2015-04-28T11:04:17+00:00

Oscar Platone · Realtor, Property Manager at Oakleaf Property Management, Inc.

Ho avuto la fortuna di conoscere Erica tramite un interesse comune, quello per il Web. Si tratta di una persona determinata, creativa e molto aperta verso le novità.

Cristiano Armati

Erica has done a very good job of "self-marketing" spreading curiosity everywhere with her project

Cristiano Armati · Editorial Director at Red Star Press

2015-04-28T11:05:12+00:00

Cristiano Armati · Editorial Director at Red Star Press

Erica has done a very good job of "self-marketing" spreading curiosity everywhere with her project

Gingertea

Gingertea su Depop

Gingertea

2015-04-30T15:34:17+00:00

Gingertea

Veronica Contini

Recensioni di Veronica Contini

Veronica Contini · SEO Specialist

2015-04-30T15:29:42+00:00

Veronica Contini · SEO Specialist

Selene Oliva

Erica è stata il mio portafortuna. L'ho conosciuta quattro anni fa, quando mandavo curricula per cercare uno stage o una collaborazione come web editor per imparare il mestiere. È stata una delle poche persone che mi ha risposto e ha creduto in me. Nel mentre sono cresciuta e sono diventata giornalista: lei mi ha sempre detto di NON MOLLARE e di provare e continuare. Così ho fatto. Io la chiamo con affetto "la mia sorellona" perchè quando ci vediamo parliamo di lavoro, spettegoliamo sul nostro ambiente che sembra molto "in" ma ha delle sfumature un po' "trash", dei compagni, degli affari su Depop e sull'ultima borsa comprata! Cosa dire: basta trovare un posto dove mangiare sani hamburger, una cheescake+caffè e la chiacchiera viene facile con Erica. È una di quelle persone su cui si può contare, sia come collega che come amica. O meglio sorella maggiore.

Selene Oliva· fashion  journalist&stylist 

 
2015-05-21T12:35:18+00:00
Erica è stata il mio portafortuna. L'ho conosciuta quattro anni fa, quando mandavo curricula per cercare uno stage o una collaborazione come web editor per imparare il mestiere. È stata una delle poche persone che mi ha risposto e ha creduto in me. Nel mentre sono cresciuta e sono diventata giornalista: lei mi ha sempre detto di NON MOLLARE e di provare e continuare. Così ho fatto. Io la chiamo con affetto "la mia sorellona" perchè quando ci vediamo parliamo di lavoro, spettegoliamo sul nostro ambiente che sembra molto "in" ma ha delle sfumature un po' "trash", dei compagni, degli affari su Depop e sull'ultima borsa comprata! Cosa dire: basta trovare un posto dove mangiare sani hamburger, una cheescake+caffè e la chiacchiera viene facile con Erica. È una di quelle persone su cui si può contare, sia come collega che come amica. O meglio sorella maggiore. Selene Oliva· fashion  journalist&stylist   

Roberto Gagnor

Chi è Erica Vagliengo? E’ Leica V. (quando scriveva su Lookout magazine). E’ Emma Travet. E’ una mamma. E’ una copy, una scrittrice, un’assidua dei social.  Una pinerolese, last but not least, ma anche una cittadina del mondo, che scrive di Pinerolo come se fosse New York e di New York come se fosse Pinerolo. E questo, per me, è un complimento. E’, soprattutto, una che sa sempre cosa fare, anzi: ha sempre una decina di cose da fare, tutte contemporaneamente. E il bello è che le fa tutte, e anche bene. Un tornado di idee, un motore inarrestabile di scritture, cose interessanti, foto, viaggi, moda e avventure postmoderne, che è bello conoscere e di cui è bello essere amici, anche se non ci vediamo mai e siamo sempre intenti a scrivere qualcosa o ad andare da qualche parte. Per cui, in attesa di ribeccarci in un qualunque punto geografico tra Milano, Pinerolo, New York e la Valle di Susa, io la saluto, ma voi seguitela qui, perché ci sarà sempre qualcosa di interessante da scoprire. Buon tornado, Erica, LeicaV, Emma!

Roberto Gagnor · sceneggiatore Disney/regista
2015-05-26T15:58:39+00:00
Chi è Erica Vagliengo? E’ Leica V. (quando scriveva su Lookout magazine). E’ Emma Travet. E’ una mamma. E’ una copy, una scrittrice, un’assidua dei social.  Una pinerolese, last but not least, ma anche una cittadina del mondo, che scrive di Pinerolo come se fosse New York e di New York come se fosse Pinerolo. E questo, per me, è un complimento. E’, soprattutto, una che sa sempre cosa fare, anzi: ha sempre una decina di cose da fare, tutte contemporaneamente. E il bello è che le fa tutte, e anche bene. Un tornado di idee, un motore inarrestabile di scritture, cose interessanti, foto, viaggi, moda e avventure postmoderne, che è bello conoscere e di cui è bello essere amici, anche se non ci vediamo mai e siamo sempre intenti a scrivere qualcosa o ad andare da qualche parte. Per cui, in attesa di ribeccarci in un qualunque punto geografico tra Milano, Pinerolo, New York e la Valle di Susa, io la saluto, ma voi seguitela qui, perché ci sarà sempre qualcosa di interessante da scoprire. Buon tornado, Erica, LeicaV, Emma! Roberto Gagnor · sceneggiatore Disney/regista

Luigi Centenaro

Erica ha attirato la mia attenzione fin dal 2009 quando ho notato l'allora già l'innovativo comportamento online di Emma Travet, suo alias e personaggio del primo romanzo: davvero molto creativo!

Luigi Centenaro · Personal Branding Strategist

2016-02-18T11:51:43+00:00

Luigi Centenaro · Personal Branding Strategist

Erica ha attirato la mia attenzione fin dal 2009 quando ho notato l'allora già l'innovativo comportamento online di Emma Travet, suo alias e personaggio del primo romanzo: davvero molto creativo!

© 2017 Erica Vagliengo · Copywriter e giornalista, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign & SEO: La scribacchina e Simone Montanari. Le fotografie di Erica sono di Angela GrossiPrivacy policy

Pin It on Pinterest