Al concerto di Malika Ayane

La teen ager che c’è in me, è stata al concerto della Malika , iera sera senza sapere unacanzone-dico-una. D’altronde, sono andata a ottobre al concerto dei (reduci) dei Take That, sapendo un ritornello- dico-uno- “Everything chances not you”, non posso pretendere.

 

La teena ger che c'è in me al concerto di Malika Ayane

#selfie

E’ sempre stato un mio problema, sin da ragazzina, quello di imparare le canzoni a memoria. Riesco ad acchiappare le storie delle persone al volo, OVUNQUE, ma non ho memoria per i testi canzonettari.

Chissà perchè.

Ho sempre invidiato le mie amiche, tra cui la fida Carla (con cui andai a vedere il concerto dei TT ne 1995 a Milano, e con la quale abbiamo bissato a ottobre, per l’appunto). Lei le sa tutte, e le apprende così, senza fatica. Infatti, dalla Malika, lei cantava, mentre io facevo la Snapchat story, sulle punte dei piedi, essendo diversamente alta. Allora vi chiederete… perchè vai ai concerti? Ci sono sempre andata per l’atmosfera, per osservare la gente che canta con il protagonista lì sul palco, per le luci, per il casino, per il buio, per quell’atmosfera da concerto che non riusciresti a trovare altrove. La cosa bella è che, adesso, posso anche filmare e scattare foto senza che mi venga sequestrato il rullino (anche perchè non c’è più).

Ritornando a Malika, due cose posso dirle: che è stilosa da paura, sia quando canta, sia quando parla con il pubblico, ha grinta da vendere, e un’energia contagiosa. Carla l’ha ripresa in questi scatti molto belli che vi ripropongo.

  • Concerto di Malika Ayane a Venaria

Io, invece, ho girato un video, pubblicato su www.facebook.com/EmmaTravet, al tavolo del porcaro dopo il concerto, e dopo aver visto troppa carne tremula alle braccia delle ragazze mie coetanee.

QUINDI… Iniziate a prepararvi per l’estate, GIRLSSSSS, incrematevi a dovere, ogni mattina e sera (lo farò anche io, ve lo garantisco).

 

Su di me

Erica Vagliengo

Giornalista/web writer, autrice del romanzo Voglio scrivere per Vanity Fair (come Emma Travet) e del progetto emmat, innovativo esempio di personal branding. Parlo tanto, dormo poco, scrivo ovunque. Combatto le nevrosi quotidiane con ironia, Internet, caffè e chantilly. Ho un negozietto su Depop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Erica Vagliengo · Copywriter e giornalista, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign & SEO: La scribacchina e Simone Montanari. Le fotografie di Erica sono di Angela GrossiPrivacy policy

Pin It on Pinterest