A conversation with Richard Nash @medium.com

Sapete chi è Richard Nash?

Noooo? Male, molto male, perchè è l’editore più cool di New York, the smartest person in publishing (secondo Sebastian Posth), diventato una tendenza in #Milan, ieri.

richard nash

Io faccio tanto la figa, ma ho scoperto chi fosse solo una settimana fa, grazie a Giuseppe Granieri e alla sua Conversation con Richard Nash, per l’appunto.

Trovate il pezzo in originale su medium.com  e la traduzione in italiano sul sito del Predictive Thinking (alias @gg).

The industrial era of the culture industry is ending.

A conversation with Richard Nash (@R_Nash)

(#TheMakingOfaNewBook. Soon in italian, here)
Everything you need to know about 
Richard Nash

You were one of the firsts to say that “match-making” is the key to understand the contemporary publishing. Now, we have algorithms and artificial intelligence. How do envision the future of publishing?

Yes, match-making is a key service in book culture, a service to both writer and reader. A “yenta,” to use the Yiddish word. Match-making in the village has one set of challenges—a lack of options. Match-making in the metropolis has another set of challenges—the yenta can’t know everyone. (prosegui a leggere QUI)

Su di me

Erica Vagliengo

Giornalista/web writer, autrice del romanzo Voglio scrivere per Vanity Fair (come Emma Travet) e del progetto emmat, innovativo esempio di personal branding. Parlo tanto, dormo poco, scrivo ovunque. Combatto le nevrosi quotidiane con ironia, Internet, caffè e chantilly. Ho un negozietto su Depop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Erica Vagliengo · Copywriter e giornalista, Torino · CF VGLRCE77A44G674R · Scrivimi

Webdesign & SEO: La scribacchina e Simone Montanari. Le fotografie di Erica sono di Angela GrossiPrivacy policy

Pin It on Pinterest